Via libera alla Casa di riposo

Sarà realizzata in via Gorki, a Zivido

Via libera alla Casa di riposo

Domenico Palumbo 06-07-2020 12:00

Via libera per la realizzazione della residenza per anziani attesa da anni da molte famiglie di San Giuliano Milanese alle prese con parenti non facili da gestire a causa della loro salute. Con determina del 30 giugno scorso l’Amministrazione comunale ha assegnato alla società del Gruppo Gheron Srl, in qualità di Capogruppo mandataria di un raggruppamento temporaneo di impresa, il terreno situato in via Gorki, tra la Caserma dei Carabinieri e via Brigate Partigiane, su cui sorgerà una struttura socio-sanitaria destinata all’assistenza di anziani non autosufficienti, praticamente una Casa di riposo. Il progetto presentato prevede la realizzazione di un edificio di 3 piani dove troveranno spazio 120 posti letto, un Centro Diurno Integrato (CDI) da 30 posti e alcuni servizi complementari a piano terra tra cui una cucina in grado di garantire il servizio di ristorazione per tutti gli ospiti della RSA e del CDI, un ambulatorio e una palestra per lo svolgimento di attività motorie e riabilitative. Il Gruppo, come previsto dal bando, sottoscriverà l’impegno a garantire un numero di posti stabili per i residenti di San Giuliano oltre a tariffe particolari per gli stessi. Saranno inoltre riservati alcuni posti a tariffa agevolata per residenti segnalati dai Servizi Sociali e per utenti affetti da gravi patologie.

“Siamo particolarmente orgogliosi di aver portato a termine un iter particolarmente complesso”, dichiara il sindaco Marco Segala, “che doterà la nostra città di un servizio molto importante e utile a un bisogno diffuso tra le persone fragili bisognevoli di un’assistenza particolare e continuativa”. Il Comune ha vincolato l’aggiudicazione per la realizzazione della Rsa a una serie di condizioni vantaggiose per gli anziani, contenute in un’apposita convenzione. “Assistere e prendersi cura degli anziani e fragili in un ambiente accogliente e confortevole, sono le caratteristiche imprescindibili per il buon funzionamento della struttura”, ha aggiunto il primo cittadino. “La domanda di cura dei nostri anziani più gravi e bisognosi di aiuto, ed essere di supportare alle famiglie, in un particolare momento come quello attuale, deve trovare risposte immediate da parte delle istituzioni”, ha detto ancora il sindaco Segala.