Perchè i negozi cinesi hanno chiuso per primi

Ferie forzate per ristoranti e negozi cinesi. “C’è paura, molti tornano in Cina”

Perchè i negozi cinesi hanno chiuso per primi

C.F. 25-03-2020 12:00

Luci spente, serrande abbassate e laconici biglietti affissi al posto del tradizionale “Chiuso per ferie”. In queste settimane quasi tutte le attività commerciali gestite da asiatici hanno chiuso al pubblico. 

Per diversi giorni molto prima delle ordinanze governative. E non si tratta solo di ristoranti, ma anche di parrucchieri, estetisti, mercerie, lavasecco, fino a negozi di articoli per la casa. 

La città di Milano è stata un susseguirsi di saracinesche abbassate con scritto “Vista la situazione attuale abbiamo deciso di chiudere per motivi di sicurezza vostra e nostra”.

In pochi giorni sono passati dall’essere guardati con sospetto, subendo anche alcuni episodi di discriminazione, a essere tra i primi ad aver manifestato la propria solidarietà agli italiani, a loro volta colpiti dal Coronavirus e dalla psicosi arrivata coi primi casi di malattia nel nostro Paese.

...

L’articolo intero è sull’Eco di questa settimana, acquistalo in edicola!