Concerto Grosso per I New Trolls

Il mese di marzo del 1971, si registrava

Concerto Grosso per I New Trolls

Emanuele Carlo Ostuni 11-03-2020 12:00

Il mese di marzo segna l’inizio della primavera, la stagione che vede la data del 21, la giornata mondiale della poesia. è proprio in questo mese che, nel 1971, negli studi di registrazione di Roma e Milano, uno dei gruppi rock - progressivi più famosi dell’epoca (I New Trolls di Giorgio D’Adamo,Gianni Belleno, Nico Di Palo,Vittorio De Scalzi,Maurizio Salvi, nella foto insieme al nostro inviato) ci regalavano una pietra miliare della storia della Musica italiana (e non solo) quel Concerto Grosso per I New Trolls N°1 sullo spartito di Luis Enriquez Bacalov, compositore argentino naturalizzato italiano e vincitore del premio Oscar 1996 per la colonna sonora (drammatica) del Il Postino di Michael Radford. Attraverso questo esperimento musicale, su suggerimento di Sergio Bardotti -allora produttore del complesso- volle riportare all’attenzione il periodo barocco della musica italiana quel concerto grosso che Arcangelo Corelli (1653 - 1713) per primo lo denomino e utilizzò nel’600. L’album, che vide anche un seguito in Concerto Grosso 2 del 1976, mio avviso, non allo stesso livello del precedente (anche se di buona fattura) è un capolavoro capace di unire i New Trolls e l’orchestra diretta dal compositore, in una miscela surreale di atmosfere vagamente Shakespiriane se pensiamo che l’adagio rieccheggia di frammenti tratti dall’Amleto del sommo Drammaturgo Inglese. Viene spontaneo pensare in un momento di Emergenza Sanitaria Nazionale in cui la cultura chiude le porte, che almeno noi dell’Eco di Milano e provincia www.ecodimilanoeprovincia.it possiamo riaprire il sipario e goderci questo Concerto anche in Youtube…