Editoriale

La malattia si cura anche a casa

R.F. 25-03-2020 11:33

Di fronte alla situazione di emergenza che stiamo vivendo a causa del coronavirus, cresce la preoccupazione di noi tutti; ci si pone l’interrogativo, che fare se non sto bene? Anzitutto dobbiamo avere la capacità di conservare la calma e farci un minimo di autoanalisi. Se non abbiamo difficoltà nel respiro e febbre (i sintomi del coronavirus) dobbiamo stare tranquilli. Possiamo avere disturbi di altro genere, che non ci devono preoccupare, perché negli ospedali i medici continuano a prestare le cure per tutte le patologie. Sono sospese le visite programmate e gli ambulatori sono chiusi, ma se il cittadino ha bisogno, troverà le cure in ospedale come in passato; questo aspetto ci deve rassicurare.

Noi abbiamo fatto una ricognizione, per sconfessare alcune voci che hanno diffuso notizie false riguardanti i pronto soccorso che venivano dati per chiusi. Tutti i pronto soccorso sono aperti, come sempre. Nel nostro territorio è aperto il Policlinico di via Sforza a Milano, l’Istituto Clinico Città Studi di via Jommelli a Milano, L’Humanitas di Rozzano, il Policlinico San Donato, e l’ospedale Predabissi di Melegnano. 

Gli ospedali elencati trattano tutte le patologie. Le persone che hanno problemi cardiologici è consigliabile che si rivolgano al pronto soccorso Monzino, specializzato in malattie cardiache.

Fatta questa dovuta premessa tranquillizzante, è bene seguire alla lettera le indicazioni che vengono ripetute da tutti i mezzi d’informazione: rimanere a casa. Se avete la febbre, tosse e difficoltà a respirare non muovetevi dal vostro domicilio; avvertite il vostro medico di famiglia e se non disponibile, chiamate il 118. Anche questo servizio di soccorso è in difficoltà; abbiate pazienza nell’attendere la risposta. Vi ascolteranno e vi diranno che cosa fare. 

È bene ricordare che i pronto soccorso (noi lo scriviamo da sempre) sono un luogo di contagio. È sufficiente che fra le persone in attesa vi sia un irresponsabile che ha la febbre, la tosse e difficoltà nel respiro, e si presenta al pronto soccorso, per contagiare di coronavirus tutti i presenti. State casa, ci sono tante associazioni di volontariato, Croce Rossa compresa, che aiutano le persone sole.

In questo momento drammatico per il nostro Paese, le opposizioni dovrebbero aiutare il Governo e porsi in modo costruttivo con proposte in materia sanitaria ed evitare le polemiche sterili.