Stop al fumo nei parchi pubblici

MELEGNANO / Nei luoghi frequentati in particolare dai bambini

Stop al fumo nei parchi pubblici

G.S. 06-12-2017 12:00

Nel Comune di Melegnano sigarette vietate nei parchi pubblici, ovvero, divieto di fumo all'aperto. Con la firma di un'ordinanza l'Amministrazione comunale della città affacciata sul Lambro vuole dare un segnale chiaro per tutelare in particolare le donne in stato di gravidanza e i bambini dai danni provocati dal fumo passivo oltre che all'ambiente, per i classici mozziconi lasciati a terra. Il tema non è una trovata dell'ultim'ora; se ne parla infatti da almeno due anni, da quando il Consiglio comunale approvò all'unanimità una mozione dell'attuale capogruppo del Pd, Alberto Corbellini. Una buona notizia che molti melegnanesi aspettavano da tempo e che dunque è ora arrivata. Chi verrà quindi sorpreso a fumare una sigaretta in un giardino pubblico (si pensi ad esempio alle grandi aree verdi che circondano il Castello) verrà multato dai vigili e dalle guardie ecologiche volontarie. Melegnano si allinea così a città importanti come Milano, Roma, Torino, Varese e Padova, ma anche a tanti altri centri di più ridotta dimensione, che hanno messo al bando il fumo nei parchi, luoghi frequentati in particolare dai bambini. Secondo i dati del ministero della Salute e dell'Istituto Superiore di Sanità, il fumo di tabacco risulta essere una delle principali cause di morte e di disabilità tra la popolazione. Con questo provvedimento viene sancito il fatto che fumare non è un diritto. È un diritto invece per i bambini giocare in spazi sicuri, puliti e sani.