Riqualificazione piazza Ovidio e prosecuzione pista ciclabile

MILANO / Il progetto del “Comitato per la Sicurezza dei residenti e la Vivibilità del quartiere Forlanini”

Riqualificazione piazza Ovidio e prosecuzione pista ciclabile

Superare il degrado e aumentare la sicurezza dei cittadini

Cristina Fabris 06-12-2017 12:00

Nell’ambito del Bilancio Partecipativo del Comune di Milano, processo attraverso il quale l’amministrazione finanzia Progetti proposti, sviluppati e votati dai cittadini, l’Associazione “Comitato per la Sicurezza dei residenti e la Vivibilità del quartiere Forlanini” - ha presentato il Progetto “Riqualificazione del tratto piazza Ovidio-via Repetti e prosecuzione della pista ciclabile” raccogliendo i suggerimenti di alcuni soci e residenti del quartiere Forlanini. Con il Progetto si vuole superare l’attuale degrado delle vie Marco Bruto e Repetti, causato dalla totale assenza di decoro e arredo urbano su una direttrice molto trafficata e pericolosa, con la messa a dimora di piante e siepi, aumentando la Sicurezza dei cittadini con la posa di pensiline alle fermate del tram e una maggiore illuminazione sui marciapiedi. Con il progetto si vorrebbe anche migliorare il collegamento pedonale e ciclabile di un’ampia area periferica ad alta densità abitativa con nuovi insediamenti produttivi, con il restante contesto urbano oltre i Tre Ponti che collegano viale Corsica e viale Forlanini. La frattura con il resto della città è marcata dal difficile utilizzo da parte di pedoni e ciclisti da piazza Ovidio a viale Corsica per raggiungere la stazione Forlanini FS, l’accesso al Centro Città e, in futuro, la stazione della M4 Forlanini. A questo si aggiungono la totale assenza di verde urbano, la scarsa illuminazione e il percorso del tram 27 non protetto e trascurato (al contrario del tratto di via Mecenate affiancato da siepi e ringhiere). Ciò aumenta la percezione di insicurezza, specialmente nelle ore serali, e disincentiva lo sviluppo della mobilità sostenibile. La riqualificazione delle vie Marco Bruto e Repetti consentirebbe di attenuare la frattura di un’area periferica con il restante contesto urbano. Ad oggi sono 194 le proposte pervenute, 23 quelle del Municipio 4.