Ampliamento delle piste ciclo-pedonali e incremento dei collegamenti con la MM 3

Viabilità: il bilancio di un anno di governo

Ampliamento delle piste ciclo-pedonali e incremento dei collegamenti con la MM 3

Gianluca Stroppa 26-07-2017 12:00

La viabilità è stato uno dei settori nei quali l’Amministrazione ha profuso maggiormente le proprie energie. Ad un anno dall’insediamento di Caterina Molinari, le liste civiche che l’hanno appoggiata “Peschiera Bene Comune” e “Peschiera Riparte”, fanno il punto della situazione. “Sindaco e giunta - recita un comunicato - hanno trattato fin da subito, tra le priorità, la sicurezza in ambito viabilistico. Nel corso di questo primo anno di governo hanno dato inizio ad un piano generale di intervento urbano che prende contemporaneamente in considerazione le problematiche viabilistiche, il ripristino stradale e ciclo-pedonale e la regolazione dei flussi di traffico. La vera novità riguarda l’approccio globale alla materia e la visione di lungo periodo nella risoluzione dei problemi. Una modalità di lavoro che non si limita a risolvere i problemi causati da situazioni contingenti o a rispondere ai desideri immediati della cittadinanza ma pone le basi per un lavoro duraturo che guarda al futuro della città”. Accanto alla diversa regolamentazione del traffico automobilistico tra le arterie principali e le vie di immissione nelle frazioni, vi è l’ampliamento delle piste ciclo-pedonali (in particolare quella che collega a S. Donato) e il rifacimento di quelle esistenti che, a causa delle errate piantumazioni, sono state irrimediabilmente compromesse. “L’attenzione alla pendolarità dei cittadini - continua la nota - si amplia a un tipo di mobilità alternativa, rappresentata soprattutto dai mezzi pubblici. Ecco, quindi, l’incremento dei collegamenti verso la MM3 di S. Donato e l’interscambio ferroviario di Segrate. In questo contesto si colloca la nuova linea 926 e la volontà di appoggiare il progetto metropolitano che prevede la predisposizione di corsie preferenziali per i mezzi pubblici sulla Paullese. Il miglioramento del traffico stradale pubblico e privato richiede contestualmente maggiori margini di sicurezza garantiti da una rinnovata segnaletica, l’aumento di quella luminosa e possibili incroci regolamentati da rotonde”.