Alla ricerca delle responsabilità

Pieve / In Consiglio la sentenza del Tar

Alla ricerca delle responsabilità

U.B. 14-03-2018 12:00

“Accertare le responsabilità di tutti coloro che hanno generato o contribuito il debito” è quanto è stato scritto dal Collegio dei revisori. Sulla vicenda dell’iter del ricorso al Tar, presentato dall’imprenditore (i cui contenuti erano già noti nella delibera di Giunta n.2 del 11.1.2016) nel corso del Consiglio comunale del 2 marzo 2018: arrivano i conti della sentenza del Tar. Il pesante risultato che vede soccombere i cittadini costretti ad un altro mutuo di 750  mila euro. Il tutto nasce dalla vicenda del piano integrato d’intervento di via Matteotti a Fizzonasco, naufragato in sede di merito al Tar Lombardia dopo l’accordo transattivo tra il Comune di Pieve Emanuele, il comitato dei confinanti di Fizzonasco (che aveva presentato ricorso contro il PII approvato dal centro destra nel 2010). I consiglieri di Forza Italia e M5S abbandonano l’aula  lasciando la “patata bolente” alla maggioranza che approva il pesante debito fuori bilancio. Il Collegio dei revisori ha ricordato l’obbligo del’Ente “Ad intraprendere tutte le azioni valide e al tempo stesso necessarie ad accertare le eventuali responsabilità che hanno generato o contribuito a formare il debito.