Blitz della Polizia in una zona industriale

OPERA / In locali fatiscenti trovati venti lavoratori cinesi ridotti in schiavitù

Blitz della Polizia in una zona industriale

Ubaldo Bungaro 14-03-2018 12:00

Blitz della Polizia locale in una palazzina di cinesi: venti lavoratori ammassati nei locali fatiscenti. 

È stato proprio il sindaco Ettore Fusco a definirli “persone ridotte in schiavitù da indegni schiavisti” subito dopo il blitz della Polizia locale in via Mameli. Con il sindaco, otto operatori della Polizia locale hanno partecipato all’operazione denominata “Inno Nazionale”, dal nome della via, due carabinieri, due operatori Arpa e due di Ats, un tecnico comunale e due volontari di Protezione civile. In tutto ben diciotto persone che, subito dopo l’alba, hanno contestato varie infrazioni ai cinesi, alla proprietà ed agli affittuari della stessa. Ha preso parte all’operazione anche il sindaco che ha assistito al rilievo di diverse irregolarità ambientali sanzionate da Arpa, tra cui una lavatrice che scaricava nel prato, lavori abusivi effettuati all’interno dell’immobile al fine di ricavare piccoli locali da adibire a dormitorio per gli occupanti, tutti di nazionalità cinese tra cui una minorenne. 

L’ufficio tecnico del Comune dovrà inoltre valutare se ordinare la demolizione dell’immobile o applicare altro tipo di sanzioni. 

L’articolo intero è sull’Eco di questa settimana, acquistalo in edicola!